Sott'oli

Ricetta vegan: pomodori secchi pugliesi sott’olio della mamma Anna

Buon anno a tutti!!

La ricetta di oggi è una di quelle ricette che si tramandano in famiglia e per le quali poi si fa la lacrimuccia ripensando che era stata scritta dalla propria mamma o dalla nonna. Tramandare i consigli e le ricette è una delle cose più belle di una famiglia perchè non solo ci si scambia consigli su come eseguire la ricetta, ma anche emozioni legate a quel particolare piatto e questo è quello che più rimane impresso nella mente. La ricetta che vi propongo mi è stata data dalla mamma di mio marito.

A me è stata data, scritta a mano, la ricetta di questi favolosi pomodori secchi che creano dipendenza tanto da finire a mangiarli direttamente dal barattolo! Per me è stata la prima esperienza di esecuzione di un sott’olio e devo dire che non è affatto difficile..anzi..ho sfatato un mito!! 😀

Prendete dei pomodori secchi che abbiano il sole dentro e utilizzate olio di oliva extra vergine di primissima qualità.

I sott’oli non necessitano di sterilizzazione (“cuocereste” e rovinereste inutilmente l’olio) perchè l’olio e la precendente ebollizione in acqua e aceto fanno da conservanti e preservanti. La cosa importante è far uscire bene l’aria tra i pomodori e coprirli completamente di olio.

Con mezzo chilo di pomodori riuscite a fare 5 vasetti di medie dimensioni con coperchio da 60mm. Mi raccomando comprate sempre coperchi nuovi, i vasetti potete invece riutilizzarli.

Consiglio: se frullate i pomodori viene un’ottima salsina da servire come antipasto con dei crostini caldi!

pomodori2

pomodori1

INGREDIENTI

500 gr di pomodori secchi

2-2,5 litri di olio EVO

capperi sott’olio sgocciolati

200 mL di aceto

origano

sale grosso qb

PROCEDIMENTO

-Far bollire 3 litri di acqua in una pentola e una volta a bollore salare, aggiungere l’aceto e i pomodori; spegenere il gas e coprire con un coperchio per mezz’ora.

-Scolare bene e mettere ad asciugare i pomodori per una notte intera su carta cucina coperti da strofinacci o altra carta cucina; il giorno dopo girarli e farli asciugare un’altra mezza giornata.

-Mettere poi i pomodori nei vasi, ricoprire di olio e ogni tanto aggiungere qualche cappero e origano.

-Mettete i coperchi, chiudete bene e mettete in luogo buio e asciutto per almeno due-tre settimane.

Buona cucina a tutti!

Julia C.

 

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...