Dessert semplici · Dolci al cucchiaio · Pasticceria

Crema pasticciera con fragole, pistacchi e cioccolato fondente: un dessert estivo squisito

Un dessert nato per caso perché non volevo lasciare una cena senza un dolce, senza il giusto completamento…

La ricetta é semplicissima, veloce e di sicuro effetto scenico oltre che squisita! Io l’ho inventata così come ve la propongo, ma volendo rendere questo dessert ancora più originale, potete mettere sotto la crema dei savoiardi bagnati con una bagna alla fragola.

Festeggio con questo dolce le 8012  visite di giugno! Un record da quando ho il blog e vi ringrazio tutti. Spero che le mie ricette siano chiare, di facile realizzazione e soprattutto che siano riuscite! Non vorrei mai “avvelenare”  i vostri ospiti o voi! 😛

20160707_213211

INGREDIENTI (PER 4 PORZIONI)

200 gr di fragole lavate e tagliate a dadini

Un cucchiaio di pistacchi al naturale

50 gr di cioccolato fondente

Zucchero a velo

Crema pasticciera preparata con 300ml di latte, 1 cucchiaio e mezzo di farina/amido di mais, 3 tuorli, 3 cucchiai di zucchero e una bacca di vaniglia

PROCEDIMENTO

-Prendete dei piatti fondi o anche dei bicchierini bassi di vetro e Componete il dolce come segue:

crema pasticciera  (vi ho già dato la ricetta), fragole, pistacchi e cioccolato fondente tritati grossolanamente e una spolverata di zucchero a velo. Servite a temperatura ambiente.

20160707_213014

Buona cucina a tutti!

Julia C.

Annunci
Pasticceria

Amore al cioccolato

Appena in tempo per lasciarvi la ricetta di questa torta favolosa al cioccolato che ho trovato in una vecchia raccolta di torte al cioccolato di una nota rivista. Dato che siamo il giorno prima di San Valentino ve la propongo come dolce conclusione della vostra cena romantica accompagnata da un ciuffo di panna montata; se volete esagerare potete metterci anche dei cuoricini rossi di zucchero come decorazione!

Ho apportato alcune modifiche a mio gusto alla ricetta originale.

Io l’ho preparata per inaugurare il servizio da thé inglese che mi é stato regalato a Natale da mia cognata; un servizio passato di generazione in generazione nella sua famiglia e io sono molto contenta che sia passato a me!

DSC_8282

DSC_8383

INGREDIENTI (8 FETTE)

200 gr di cioccolato fondene

5 uova

150 gr di zucchero

100 gr di burro morbido

100 gr di farina di mandorle

75 gr di farina

1 cucchiaino di lievito

PROCEDIMENTO

-Sciogliete  a bagnomaria il cioccolato e il burro.

-Togliete dal fuoco, fate intiepide e trasferite il tutto nella planetaria (se non ce  l’avete va bene il robot o una seMolise terrina e una frusta), azionate la 1 e aggiungete i tuorli uno alla volta, alternandoli allo zucchero. Fate attenzione ad incorporate bene i tuorli.

-Tritate la.mandorle fino a renderle una farina e aggiungetelo al composto di cioccolato. Mescolate bene.

-Aggiungete al composto di cioccolato la farina setacciata e il lievito.

-Montate a neve gli albumi con un cucchiaino di limone e aggiungeteli in più volte al composto mescolando dal basso verso l’alto con una spatola.

-Cuocete in forno già caldo ventilato a 180°C  per 45-50 minuti. Il dolce dovrà essere morbido al tatto. Fate la prova stecchino per controllare se é cotto.

-Fatelo raffreddare completamente, cospargetelo di zucchero a velo e servitelo a fette con panna montata.

DSC_8290

Buona cucina a tutti e buon San valentino!

Julia C.

Colazione/Merenda · Dessert semplici · Pasticceria

I cupcake travestiti da muffin: puntata n°1

Il motivo di questo sta nel fatto che vi propongo due diverse ricette per preparare ottimi muffin morbidi, dolci e profumati. “Cupcake travestiti da muffin” perchè le ricette che condivido con voi sono prese da un libro di cupcake, ma che  ho un pò modificato secondo il mio gusto.

In ogni caso devo svelarvi il vero motivo per cui nell’ultimo mese sto “testando” nuove ricette di muffin e cupcake: di solito compravo al supermercato biologico dei plumcake per calmare quell’attacco di fame che viene la mattina prima di pranzo; le confezioni sono da 6 quindi essendo noi in due, in tre giorni il pacco era già finito. Allora mi sono detta: perchè non fare io homemade in batteria dei muffin da congelare e poi scongelare a necessità? La resa dei muffin scongelati è eccellente perchè se scaldati danno la sensazione di essere appena fatti, ma la ricetta che utilizzate deve essere perfetta altrimenti come è successo a me la prima volta, il gusto viene una schifezza!!

Quando mi sono messa a farli ho scoperto di non avere più pirottini: ebbene panico in casa!!! Ma si sa…la cucina è bella perchè è arte, invenzione e qui ho avuto il flash dei pirottini fatti con la carta forno; ho semplicemente tagliato dei quadrati e li ho accartocciati per rendere più facile il posizionamento nella teglia da muffin. La soluzione è ottima e si tolgono anche meglio dei pirottini tradizionali dove di solito rimane attaccato molto impasto.

muffin3

INGREDIENTI (24 MUFFIN)

310 gr di farina

12 gr di lievito

2 bacche di vaniglia

2 uova

125 gr di burro buso

250 gr di yogurt bianco

80 gr di cioccolato fondente a scaglie o gocce di cioccolato

230 gr di zucchero

60-70 ml di latte

succo di mezzo limone

muffin4

PROCEDIMENTO

-Sbattete leggermente le uova e fondete il burro.

-Mescolate lo zucchero e la farina in una ciotola.

-Unite le uova, il burro, lo yogurt,la vaniglia e il succo di limone alla farina e allo zucchero. Mescolate bene con una frusta.

-Se il composto è denso aggiungete il latte a filo mescolando; prima 40 ml e poi il resto se serve; il composto dovrà risultare molto morbido, ma comunque denso,

-Distribuire l’impasto nei pirottini e cuocere in forno preriscaldato a 180°C.

-Per capire se sono cotti inserire una stecchino che dovrà uscire pulito.

Buona cucina a tutti!

Julia C.

Pasticceria

Christmas chocolate cake: quando il cioccolato incontra le nocciole

Un altro Natale sta arrivando e un altro anno sa per concludersi. Cosa dire…un anno assolutamente da ricordare per la realizzazione di un sogno: il mio dottorato. Un’esperienza unica, che ogni giorno mi da qualcosa di nuovo, sia a livello professionale che umano. ogni tanto mi fermo a pensare sulla motivazione che mi ha spinto a scegliere un percorso così importante come quello dell’oncoematologia pediatrica, la risposta è sempre la stessa: i bambini, le loro famiglie e la speranza di poter fare qualcosa di piccolo per loro. Vedere i bambini ammalati è straziante…la convinzione forte di quello che faccio viene da un evento che mi è accaduto ancor prima di iniziare questo percorso: stavo andando in clinica e ho visto arrivare una ambulanza da cui è scesa una barella con bimbo ammalato e un cappellino di Spiderman in testa…mi sono detta che assolutamente dovevo poter fare qualcosa… anche solo studi preliminari, ma qualcosa e non finirò mai di ringraziare chi mi sta dando questa opportunità. Non sono un medico, ma una ricercatrice.

Ecco quindi che vi chiedo in questo Natale di mandare un pensiero a questi bambini e magari di destinare un’offerta a quelle associazioni onlus che ci aiutano nel nostro lavoro: l’AIL, la Fondazione Città della Speranza, l’AIRC e tante altre. Sappiate che tutto quello che donate, anche con il 5×1000 è per noi ricercatori, per i reparti e per i bambini. Nulla va sprecato e abbiamo estremo bisogno di tutti voi.

Auguro a tutti un Felice Natale e un buon inizio 2015!

Vi lascio con questa torta super cioccolatosa che si scioglie in bocca e farà felici i vostri ospiti!

ciocco3

ciocco1

ciocco2

INGREDIENTI (8 PORZIONI)

Per la torta:

200 gr di cioccolato fondente al 70%

100 gr di cioccolato al latte

100 gr di burro

7 uova grandi

100 gr di zucchero

80 gr di nocciole macinate

succo di mezzo limone

Per la glassa:

200 gr di cioccolato fondente al 70%

125 gr di burro

2 cucchiai di acqua

Per la decorazione:

50 gr di cioccolato bianco a scaglie

150 gr di nocciole tritate grossolanamente

PROCEDIMENTO

Per la torta:

-sciogliete a bagnomaria il cioccolato spezzettato con il burro. Tenete fuoco basso, mescolate spesso e una volta fuso e ben amalgamato togliete dal fuoco e fate raffreddare.

-Sbattete i tuorli fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso e aggiungete a filo il composto al cioccolato raffreddato; in questa ultima operazione mescolate più piano.

-Montate gli albumi a neve ben ferma con il succo di mezzo limone e lo zucchero: fate come se doveste fare una meringa; il composto deve essere sodo e lucido.

-Incorporate un pò alla volta gli albumi al composto di tuorli e cioccolato; mescolate pianissimo dall’alto verso il basso per non smontare il composto.

-Aggiungete le nocciole tritate finemente; formate una tasca su un bordo della terrina e incorporate molto lentamente mescolando dall’alto verso il basso.

-Cuocete in forno preriscaldato a 160°C per 50-55 minuti; per controllare che sia cotto fate la prova dello stecchino alla fine del tempo di cottura.

-Può succedere che la torta si sieda una volta che la togliete dal forno: niente paura sarà buonissima!

-Prima si sformare la torta aspettate che si sia raffreddata completamente.

-Sformatela livellate la superficie anteriore e capovolgetela facendo attenzione a non romperla.

Vi do un consiglio: preparatela il giorno prima.

Per la glassa:

-sciogliete a bagnomaria il cioccolato con il burro e i due cucchiai di acqua; otterete u coposto liquido e lucido; fate raffreddare fino a che risulta tiepido e versate sulla torta.

-Per versare la glassa posizionate la torta sulla grata del forno con sotto carta da forno; in questo modo potrete recuperare la glassa che scende.

Per la decorazione:

-Mescolate le nocciole tritate grossolanamente (non tenetele troppo grosse perchè altrimenti farete fatica a farle aderire alla glassa) con il cioccolato bianco a scaglie e decorate come più vi piace.

Buona cucina a tutti!

Julia C.

Dessert semplici · Pasticceria

Bocconcini fondenti al cioccolato

Un tripudio di golosità è racchiuso in questi bocconcini che altro non sono che i classici tortini fondenti al cioccolato; molti pensano (anche io prima di realizzarli) che siano difficili e invece sono davvero semplici nell’esecuzione; il segreto sta tutto nella cottura!

Ho preso la ricetta da un libricino intitolato “Tutti pazzi per…i tortini dolci” che mi è stato regalato e di cui non conosco l’autore; di solito quando non conosco chi ha scritto le ricette diffido, ma stavolta ho voluto “rischiare” e ho fatto bene! Dei tortini strepitosi!!

Se li preparate in anticipo e li fate raffreddare ricordatevi di scaldarli prima di servirli perchè vanno mangiati caldi; in questo modo appena si affonda la forchetta uscirà il cuore fondente e appena lo assaggerete sarà come andare in paradiso! 😀

Io non ho fatto in tempo a fare la foto del cuore fondente ma vi assicuro che era fenomenale tanto che son finiti in due bocconi.

Se avete tempo potete preparare una crema pasticciera o una crema inglese alla vaniglia con cui accompagnare i tortini. In questo modo sono ideali come dolce di fine pasto, mentre se li presentate da soli possono essere dei golosi dolcetti da accompagnare ad un thè pomeridiano con le amiche.

tortino1

tortino2

tortino3

INGREDIENTI (PER 6 TORTINI)

100 gr di cioccolato fondente 70%

2 uova intere + 2 tuorli

50 gr di farina

100 gr di zucchero

100 gr di burro

PROCEDIMENTO

-Sciogliete a bagnomaria il cioccolato e il burro a pezzetti; tagliate in pezzi il cioccolato così si fonderà meglio; ogni tanto mescolate in modo da amalgamare il tutto; si creerà un composto cremoso e lucido.

-Sbattete le uova intere con i tuorli nella planetaria o in una terrina con lo sbattitore elettrico; aggiungete la farina setacciata e lo zucchero; mescolate molto bene.

-Sempre con la planetaria in azione versate a filo il composto di cioccolato e burro; amalgamate bene e disponete l’impasto in 6 pirottini da muffin inseriti nella teglia da muffin.

-Cuocete in forno già caldo a 210°C per 7 minuti (devono essere precisi). Questo passaggio è fondamentale per la riuscita del dolce.

-Servite caldi.

Buona cucina a tutti!

Julia C.

Pasticceria

Cioccoterapia di Natale

Un dolce favoloso senza farina? Possibile!!!!

Appena mangerete una fetta di questo sontuoso rotolo al cioccolato con ganache al cioccolato al latte e pasta di nocciole del Piemonte IGP non potrete più farne a meno; inoltre vi sentirete totalmente appagati dal gusto pieno e avvolgente del cioccolato e delle nocciole. Attenzione perchè può creare dipendenza! ;-P

E’ un dolce ideale per Natale da servire con panna montata ed inoltre la base del dolce potete farcirla come più vi piace: con crema pasticciera semplice, al cioccolato, con ganache di qualsiasi tipo, con crema chantilly (quella vera di  panna e zucchero a velo).

L’esecuzione del dolce è molto semplice; il difficile sta nell’arrotolarlo e non preoccupatevi se si rompe, anzi sarà ancora più godurioso perchè si vedrà il ripieno goloso.

I vostri ospiti non potranno fare a meno di chiedervi un’altra fetta nonostante la sazietà dovuta al lauto pranzo di Natale; si sa che per il dolce c’è sempre spazio!

Preparate tutto il giorno prima e lasciate raffreddare una notte; il giorno successivo tirate fuori dal frigo il rotolo almeno 2-3 ore prima di servire: in questo raggiungerà una temperatura ideale per essere mangiato e per poter sentire tutto il suo gusto.

Scommetto che vedendo le foto lo mangerete con gli occhi… perchè diciamolo…una pietanza deve essere buona, ma  deve essere anche e soprattutto bella.

Mantine una incredibile eleganza e raffinatezza, ma allo stesso tempo ha un aspetto rustico e di…”casa”.

Quante lodi per un solo dolce, ma questo se le merita proprio!!!!

rotolo1 copia

rotolo2 copia

rotolo3

INGREDIENTI (8 PERSONE)

Per il rotolo:

5 uova

175 gr d cioccolato fondente al 70%

150 gr di zucchero

2 cucchiai di zucchero a velo

2 cucchiai di cacao amaro

Per la ganache:

200 mL di panna

2 cucchiai di pasta di nocciole

80 gr di cioccolato al latte

PROCEDIMENTO

Per il rotolo:

-Preriscaldate il forno a 180°C.

-Fondete a bagnomaria il cioccolato. Fate raffreddare un pò.

-Dividete i tuorli dagli albumi dopo aver lavato e asciugato bene le uova; mescolate i tuorli con lo zucchero fino a formare un composto chiaro e spumoso. Usate una planetaria, un robot o il classico frullino.

-Mentre mescolate aggiungete a filo il cioccolato fuso. Mettete da parte questo composto.

-Montate a neve non troppo ferma gli albumi e senza smontarli, con movimenti dall’alto verso il basso, aggiungeteli a mano in tre volte al composto di cioccolato (può risultare molto denso, ma non scoraggiatevi e con calma mescolate bene gli albumi; avrete poi un braccio di ferro).

-Stendete il composto così ottenuto su una teglia da biscotti ricoperta di carta da forno.

-Cuocete per 13-15 minuti non di più.

Per la ganache:

-Scaldate sul fuoco la panna senza portare ad ebollizione; aggiungete il cioccolato al latte in pezzi e fate sciogliere bene; aggiungete la pasta di nocciole e amalgamatela molto bene.

-Fate raffreddare; mettete in frigo per mezz’ora e poi montate bene il composto.

Come montare il dolce:

-Seguite alla lettera queste istruzioni per la buona riuscita dell’arrotolamento!

-Sfornate il dolce ponendo un secondo foglio di carta da forno sul dolce caldo e lasciate raffreddare.

-Quando si sarà raffreddato, togliete il foglio di carta da forno superiore e riutilizzatelo dalla parte su cui non era appoggiato il dolce; spolveratela di cacao e zucchero a velo.

-Girate il dolce sulla parte di zucchero e cacao; se volete fatevi aiutare.

-Ora avete il dolce coperto con il foglio sul quale è stato cotto e levatelo delicatamente; se volete pareggiate raddrizzate i bordi.

-Farcite con la ganache partendo a due cm dal bordo.

-Con l’aiuto della carta cominciate ad arrotolare: il primo giro deve essere molto stretto affinchè il dolce si arrotoli bene su se stesso; se si rompe qua e là non vi preoccupate.

-Tenete la carta stretta sul dolce e ricoprite con un foglio di alluminio  in modo da mantenere bene la forma.

-Mettete in frigorifero una notte a raffreddare.

-Al momento di servire togliete la carta.

Buona cucina a tutti!

Julia C.

Pasticceria

Frolla fondente al cioccolato

Sabato scorso io e mio marito abbiamo fatto una delle nostre serate a casa con tutti gli amici: eravamo 20 persone e io ho cucinato per tutti! Ho sfornato pizze di diversi gusti e con diversi impasti: bianca con patate e salsiccia, rossa con salsiccia e radicchio trevigiano tardivo, bianca con pesto di rucola (homemade preparato il giorno stesso), scamorza affumicata e rucola fresca, bianca con sale grosso aglio e rosmarino fresco (perfetta con la mortadella!!) e la classica margherita.

Ho provato per la prima volta ad utilizzare la farina di farro, il semolato semintegrale senatore cappelli, il lievito madre di farro e il malto d’orzo (ho utilizzato questi ingredienti in diversi impasti mescolati con altre farine) : la pizza è venuta una bomba!!!! Avanti con le farine speciali che io adoro e prediligo!

La ricetta che vi propongo è quella della torta preparata appositamente per questa serata; una torta che fa addolcire chiunque e convince anche chi non ama i dolci. Si scioglie in bocca e pervade di un intenso sapore di cioccolato che riscalda l’anima e fa sentire appagati. Insomma…una torta…”terapeutica” 😀

crostata cacao1 copia

crostata cacao2

La ricetta della frolla è quella utilizzata qui, ma con dosi raddoppiate e l’aggiunta di 60 gr di cacao amaro. Con queste dosi riuscirete a servire 20 fette non troppo grandi (uno stampo da 28 cm).

La crema pasticcera l’ho preparata con questi ingredienti:

250 mL di latte parzialmente scremato

250 mL di panna

una bacca di vaniglia

5 tuorli

60 gr di farina

60 gr di zucchero

200 gr di cioccolato fondente

PROCEDIMENTO

-Tagliate a pezzi il cioccolato e mettetelo da parte: così sarà più facile scioglierlo.

-Scaldare il latte con la panna, ma non portate ad ebollizione; unite la bacca di vaniglia aperta e raschiata.

-I semini di vaniglia uniteli ai tuorli che avrete messo in planetaria, in un robot o in una terrina (se usate il frullino); aggiungete anche lo zucchero e la farina. Montate non troppo; il composto dovrà risultare liscio, lucido, chiaro e ben amalgamato.

-Togliete dal fuoco il latte con la panna e aggiungete il composto di uova mescolando con una frusta. Rimettete sul fuoco e portate lentamente ad ebollizione mescolando molto spesso per non creare grumi ed evitare che bruci la crema (mettete la pentola sul fuoco più piccolo).

– Una volta pronta fatela raffreddare un pò e mettetela nello stampo dove avrete messo la frolla (ricordate di bucherellarla).

Cuocete la torta per 30-35 (a seconda del vostro forno) minuti a 180°C.

Lasciatela raffreddare; sformatela e mettetela su un bel piatto da portata oppure su una alzata elegante o country chic.

Godetevela!!!!!

Buona cucina a tutti!

Julia C.

Colazione/Merenda · Dessert semplici · Pasticceria

Pumpkin sponge cake

Questa torta è stata una invenzione, un esperimento..e che esperimento!!Strepitosa!! Sapori bilanciati e una morbidezza senza pari! Provatela e poi sappiatemi dire. La base è la classica Victoria sponge che si presta molto bene a moltissimi tipi di torta: con le mele, con il cioccolato, semplicemente farcita con crema pasticciera o mangiata anche al naturale (ottima per fare colazione la mattina).

La protagonista non è però la Victoria sponge, ma la regina incontrastata dell’autunno: la zucca; dona una morbidezza e una umidità alla torta che quasi si scioglie in bocca ad ogni morso.

Ho servito questa torta ieri sera, in occasione di Halloween e ha fatto un figurone! Una fetta tira l’altra e vi svelo un segreto prima di darvi la ricetta: è semplicissima da fare e anche se non siete precisissimi nell’esecuzione, il risultato è comunque assicurato.

torta1 copia

torta2

Con questa ricetta partecipo al contest di Menta e cioccolato la magia in cucina in collaborazione con Kaiser:

contest

INGREDIENTI (6 PERSONE)

4 uova

200 gr di zucchero

225 gr di burro

125 gr di farina 00

100 gr di farina di mandorle

1 bustina di lievito

1 bacca di vaniglia

45 gr di cioccolato fondente in scaglie

200 gr di zucca cotta

PROCEDIMENTO

-Preriscaldate il forno a 200°C e mettete a cuocere mezza zucca con la buccia che avrete precedentemente lavato e svuotato dai semi.

-Per la farina di mandorle: il mio consiglio è di prendere mandorle già pelate e tritarle molto finemente con il robot.

-Montate a crema il burro (tiratelo fuori dal frigo un pò prima e tagliatelo a tocchetti al momento di lavorarlo) con lo zucchero nella planetaria, a mano o con il frullino.

-Unite un uovo (lavate e asciugate le uova prima di utilizzarle) alla volta sempre mantenendo azionata la planetaria. Aggiungete l’interno della bacca di vaniglia al composto.

-Mescolate le farine: farina 00, lievito e farina di mandorle. Aggiungete le farine un pò alla volta mantenendo sempre azionata la planetaria.

-Quando la zucca sarà cotta lasciatela intiepidire; togliete la buccia e schiacciate la zucca. Aggiungetela al composto nella planetaria e mescolate bene.

-Per le scaglie di cioccolato: il mio consiglio è di prendere un cubotto di cioccolata fondente e tagliare a scaglie con il coltello.

-Aggiungete le scaglie di cioccolato mescolando con un mestolo dall’alto verso il basso delicatamente.

-Mettete l’impasto in uno stampo di 22-24 cm di diametro e fate cuocere per 30-35 minuti in forno a 180°. Per vedere se è cotta utilizzate il metodo dello stecchino.

-Quando sarà cotta, fatela raffreddare prima nello stampo e poi trasferitela sulla griglia del forno(dovrete prima toglierla dallo stampo), mettetela su un piatto da portata o su una alzata e spolverizzate con zucchero a velo.

Buona cucina a tutti!

Julia C.

Pasticceria

Torta alla mousse di cioccolato bianco

Questa torta è una libidine allo stato puro e pur avendo una mousse al cioccolato bianco risulta essere fresca e leggera al gusto. E’ ottima come dessert in una cena d’estate, per un compleanno, un buffet. Non deve essere mangiata calda, ma fresca di frigo ( non fredda mi raccomando)!

La base è un pan di spagna perciò per farlo venire al meglio si può utilizzare una planetaria dato che la buona riuscita del dolce dipende proprio da come vengono montate le uova; il pan di spagna non ha lievito ( e neanche burro) quindi montare bene le uova ( tuorli e poi albumi) è fondamentale.

La mousse è senza uova, quindi più leggera e meno stucchevole di quella classica; montate anche questa in una planetaria.

Questo dolce richiede pochi passaggi, ma vanno eseguiti con attenzione affinchè il pan di spagna si gonfi e poi rimanga alto e la mousse sia ariosa e spumosa!

E’ sicuramente uno dei miei dolci preferiti e con questa ricetta partecipo a Get an aid in the kitchen di Cucina di Barbara

INGREDIENTI ( PER 8 PERSONE)

600 gr di fragole per guarnire e farcire il dolce

Per il pan di spagna:

180 gr di zucchero

6 uova

75 gr di farina 00

1 limone non trattato

burro e farina per lo stampo

Per la mousse:

400 ml di panna

300 gr di cioccolato bianco

2 cucchiai di zucchero a velo

Per la bagna alle fragole:

1 dl di acqua

6 fragole

PROCEDIMENTO.

-Lavate tutte le fragole e tagliatele in 4; mettetele da parte.

Per il pan di spagna:

-Lavate le uova e separate in due recipienti diversi tuorli e albumi; tenete gli albumi a temperatura ambiente.

-Aggiungete ai tuorli, lo zucchero e la scorza grattugiata del limone; mescolate per amalgamare gli ingredienti.

-Montate le uova per 15 minuti; il composto dovrà risultare spumoso e di colore chiarissimo.

-Alla fine aggiungete la farina facendola scendere da un setaccio direttamente nel recipiente dei tuorli montati; amalgamate pian piano per far sciogliere tutti i grumi.

-Montate gli albumi con un cucchiaino di succo di limone a neve ben ferma; aggiungeteli al composto di uova e farina un pò alla volta con movimenti dal basso verso l’alto.

-Imburrate e infarinate uno stampo rotondo a cerniera e infornate a 180° C per 35-40 minuti. Lasciate raffreddare e poi farcite.

Per la mousse:

-Sciogliete il cioccolato a bagnomaria e fatelo raffreddare.

-A raffreddamento del cioccolato montate bene la panna con i due cucchiai di zucchero a velo.

-Aggiungete un pò alla volta la panna al cioccolato con movimenti dal basso verso l’alto e mettete subito in frigo.

Per la bagna alle fragole:

-Frullate un pò di fragole con l’acqua e mettete da parte.

Come montare il dolce:

-Tagliate a metà il pan di spagna e bagnatelo bene con la bagna alle fragole.

-Farcite uno dei due dischi di pan di spagna con la mousse e poi disponete le fragole.

-Mettete sopra l’altro disco e coprite bene con la mousse rimasta: Guarnite la superficie del dolce con altre fragole.

-Prima di servire mettete il dolce in frigo per 4-5 ore.

Buona cucina a tutti!

Julia C.

Biscotti · Colazione/Merenda · Pasticceria

Chocolate cookies

I biscotti che sto per proporvi sono una gioia per il palato e per la mente; ho preso spunto da una ricetta della Signora del cioccolato, ovvero Nigella Lawson. Io adoro il suo charme e il suo amore per il cibo. Da quando la seguo, nella mia cucina deve esserci sempre del cioccolato perchè le sue ricette sono fenomenali. Ammetto che qualcosa lo adatto a mio gusto, ma la ricetta di base è sempre rispettata: magari cambio lo zucchero di canna con quello semolato, ma le dosi restano uguali.

L’esecuzione della ricetta è molto semplice e veloce perciò questi biscotti sono ideali per tutti coloro che sono sempre di fretta, ma non vogliono rinunciare ad un momento di puro piacere e dolcezza. Questi biscotti sono ideali per colazione, ma anche come dolcetto per la merenda o per il dopo cena.

 

INGREDIENTI ( CIRCA 20 BISCOTTI)

125 gr. cioccolato fondente al 70%

150 gr. farina

30 gr. cacao

1 cucchiaino di lievito per dolci

1/2 cucchiaino di sale

150 gr. burro morbido

75 gr. zucchero semolato

50 gr. di zucchero a velo

1 uovo freddo

PROCEDIMENTO.

-Preriscaldate il forno a 170°.

-Montare a crema il  burro con i due tipi di zucchero.

-A parte setacciare e unire tra loro le polveri (farina, cacao,lievito e sale).

-Fondere il cioccolato a bagnomaria e unirlo alla crema di burro; aggiungere l’uovo continuando a mescolare. Unire anche il composto di farina, cacao e lievito a quello di burro e cioccolato, sempre mescolando.

-Formare delle palline disporle sulla teglia ricoperta con carta da forno .

-Cuocere i biscotti per 15 minuti ( ma controllateli spesso, la cottura varia anche a seconda del vostro forno); prima di mangiarli ( ammetto che è difficile resistere) farli raffreddare fuori dal forno.

Buona cucina a tutti!

Julia C.