Pasticceria

Gateau cioccopesca

Adoro portare in dono una torta fatta da me quando vengo invitata a cena a casa di amici e parenti. L’espressione di chi riceve la mia torta vale più di mille grazie perchè si sa..gli occhi sono lo specchio dell’anima!

Ogni volta preparo qualcosa di diverso e cerco di curare più che posso, oltre al gusto, anche la presentazione: anche l’occhio vuole la sua parte.  Ho preparato questa torta in occasione di una cena da mia cognata (lo ammetto..siete le mie cavie preferite… eh eh) e si tratta di una torta fredda, quasi una torta gelato semplicissima da preparare. Servono pochi ingredienti facili da reperire. E’ veloce da preparare anche se ha un tempo di riposo di tre-quattro ore.

Perdonate se le foto non sono un granchè, ma avevo solo il mio fidato smartphone!

pesca1

pesca2

pesca3

INGREDIENTI (8 porzioni)

Per la frolla:

270 gr di farina (io ho usato Petra per torte e biscotti)

150 gr di burro

120 gr di zucchero

30 gr di cacao amaro

3-4 cucchiai di acqua

mezza bustina di lievito

Per la farcia:

500 mL di panna fresca da montare

2 noci pesche gialle

succo di mezzo limone

Per decorare:

panna montata

mezza noce pesca

sac a poche

PROCEDIMENTO

Per la frolla:

-utilizzate la planetaria con lo strumento foglia.

-Prima mescolate bene la farina col lievito, lo zucchero e il cacao.

-Successivamente aggiungete il burro a pezzettini e azionata la planetaria. Con quest0ultima in funzione aggiungete i cucchiai di acqua. Se non sono sufficienti aggiungetene ancora ma mooolto per gradi (rischiate che l’impasti vi diventi troppo mollo e impossibile da lavorare).

-Continuate fino a che si forma una palla solida e omogenea.

-Stendete la frolla all’interno di uno stampo a cerniera di 28 cm ricoperto sul fondo di carta forno; dovete formare un bordo alto circa 5 cm.

-Bucherellate con una forchetta la frolla e mettete in frigo a riposare pe un’ora.

-Trascorso questo tempo cuocete in bianco (posizionate un foglio di carta forno a contatto con la frolla e sopra a quest’ultimo coprite con fagioli secchi) la frolla a 180°C per 15-20 minuti.

-Fate raffreddare dentro lo stampo.

Per la farcia:

-lavate le pesche noci e togliete la parte interna più dura; frullatele col limone nel robot da cucina e mettetele da parte.

-Montate bene la panna (tenetene un pò da parte per decorare) e delicatamente mescolando dall’alto verso il basso aggiungete la purea di pesche noci.

-Versate il composto nella frolla fredda e mettete a riposare in freezer per tre-quattro ore.

Per decorare: (da fare prima di mettere in freezer)

-tagliate a fettine sottili mezza noce pesca.

-Decorate come più vi piace con la panna e le fettine di noce pesca.

-Per la panna vi consiglio di usare un sac a poche.

Al momento di servire tirate fuori la torta due ore prima e toglietela dallo stampo.

Buona cucina a tutti!

Julia C.

Colazione/Merenda · Dessert semplici · Pasticceria

Torta alle mele e nocciole del Piemonte IGP

La settimana scorsa ho voluto preparare una torta alle mele un pò più elaborata e non scontata. Ultimamente mi sono data molto al cioccolato (che goduria) ed era il momento che proponessi qualcosa di più rustico, casalingo…la classica torta da credenza come viene definita dal Grande Maestro Iginio Massari. Nonostante essa si presti maggiormente per la colazione o una merenda sostanziosa di metà pomeriggio accompagnata da un buon infuso magari profumato alla vaniglia, si può rendere questa torta adatta anche ad un dopo cena semplicemente accompagnata da panna montata servita per esempio sotto forma di graziosi piccoli ciuffi oppure come quenelle. Io l’ho proprio adattata per una serata e ho così colto l’occasione di utilizzare una tortiera in plastica regalatami da mia mamma per il compleanno (davvero comodissima per queste occasioni).

nocciole

nocciole2

INGREDIENTI (8 persone)

200gr di farina di farro

150 gr di nocciole Piemonte IGP

3 mele adatte per torta (in genere la varietà golden)

1 cucchiaio di miele al tiglio o millefiori

2 uova

mezza bustina di polvere lievitante bio

una bacca di vaniglia

100 gr di burro

100 gr di zucchero

succo di un limone

Per servire:

una confezione di panna da montare (250 mL)

PROCEDIMENTO

-Tritate le nocciole con un robot; riducetele a farina. Mettetele da parte.

-Lavate e sbucciate le mele; con l’aiuto di un robot affettatele sottilmente; trasferitele in una ciotola e irroratele con il succo di un limone; mescolatele bene in modo che siano ben intrise di limone. Questo impedirà che anneriscano.

-Lavorate, nella planetaria o con un frullatore, le uova con lo zucchero fino ad ottenere una massa chiara, spumosa e compatta. Unite il cucchiaio di miele e i semini raschiati della bacca di vaniglia. Deve risultare una crema densa, morbida e lucida.

-Unite il burro morbido e tagliato in piccoli pezzi; unitelo un pò alla volta alla volta, si amalgamerà meglio. Unite successivamente la farina di farro e il lievito setacciati, la farina di nocciole e mescolate bene con la planetaria o il frullatore.

-Foderata con la carta forno il fondo di uno stampo a cerniera e preriscaldate il forno ventilato a 180°C.

-Unite delicatamente le mele al composto e trasferite il tutto nello stampo.

-Cuocete per 40 minuti e utilizzate il trucco dello stuzzicadenti per capire se la torta è cotta.

-Prima di sformare fate raffreddare completamente.

Sarà un’esplosione di sapori, dolcezza e morbidezza.

Per accompagnare montate la panna ben ferma e mettetene un pò in ogni piatto su cui servirete la torta. A ciuffi, a quenelle…come più vi piace!

Buona cucina a tutti!

Julia c.

nocciole3

Dessert semplici · Pasticceria

Torta brownies..ricordando l’America

ATTENZIONE: questo post può creare una sfrenata voglia di partire; leggere con cautela!!!

Quanta nostalgìa…quanto voglia di tornare lì..dove ho lasciato un pezzo del mio cuore…è vero il detto : quando vai in America piangi due volte: quando arrivi e quando parti!

DSC_2525

Golden Gate – San Francisco

DSC_2623

Sequoie giganti – Yosemite National Park

DSC_2647

Tioga Pass – Sierra Nevada- Yosemite National Park

DSC_2850

Zabriskie Point – Death Valley

DSC_3081

Grand Canyon

DSC_3228

Cratere Haleakala – Hawaii – Maui

DSC_3325

Kaanapali beach – Hawaii – Maui

DSC_3443

New York City

Condivido con voi qualche foto significativa del nostro viaggio di nozze, che è stato unico, indescrivibile ed emozionante. In ogni posto c’era qualcosa di speciale, magico..sicuramente perchè ero con la persona che amo, ma l’America è pazzesca! I viaggi lasciano ricordi indelebili…

Stavolta vi propongo una ricetta che qualcosa di americano ce l’ha: ilbrownies; uno dei pochi dolcetti tipici strepitosi che si possono mangiare negli USA senza rischiare un’indigestione per troppe calorie!!!

Hanno la particolarità di essere molto morbidi e umidi; quelli classici sono preparati con cioccolato fondente e nocciole: insomma..una libidine!!!

Io li ho utilizzati come base per un dolce davvero semplice e geniale che ho trovato su un libro di ricette che mi ha regalato mia mamma quando ho festeggiato il mio compleanno.

ciocco1

ciocco3 copia

ciocco2

INGREDIENTI (10 PERSONE)

Per i brownies:

150 gr di zucchero

120 gr di cioccolato fondente

90 gr di burro

2 uova

90 gr di farina (io ultimamente uso quella di farro, ottima anche per i dolci oltre che per la pizza e il pane; ma voi usate quella che preferite)

50 gr di nocciole Piemonte IGP

Per la crema:

300 gr di cioccolato bianco

600 mL di panna

un cucchiaio di cacao amaro

PROCEDIMENTO

Per i brownies:

-Accendete il forno a 180°C e imburrate sui lati interni (non serve tutta l’altezza ma 5 cm circa perchè i brownies non crescono molto) uno stampo rotondo a cerniera di diametro di 22-24 cm. Io consiglio di mettere sul fondo della carta forno.

-Sciogliete il burro e il cioccolato fondente a bagnomaria su fuoco basso. Attenzione: la pentola o ciotola immersa nell’acqua non deve toccare il fondo della pentola che funge da contenitore. Mescolate di tanto. Quando sarà tutto ben sciolto, togliete il contenitore con il cioccolato e il burro dal fuoco e dalla pentola con all’interno l’acqua. Lasciate raffreddare.

-Nel frattempo sbattete le uova con lo zucchero; non troppo, il composto dovrà risultare solo ben amalgamato; aggiungete la farina setacciata e mescolate bene, ma con delicatezza. A questo composto aggiungete a filo, mescolando, il cioccolato e il burro sciolti.

-Tostate le nocciole in una padella antiaderente e tritatele grossolanamente. Unitele al composto di cioccolato.

-Trasferite il composto nello stampo e fate cuocere per 15 minuti.

-Il risultato finale dovrà essere un dolce morbido e umido (tipo la tenerina ferrarese, avete presente?).

-Lasciate raffreddare completamente ma non togliete dallo stampo; procedete col resto della preparazione. (Di solito si procede a tagliare a quadrotti, ma stavolta lasciamo tutto intero)

Per la crema:

-Scaldate 150 mL di panna fino a prima dell’ebollizione e fatevi sciogliere il cioccolato bianco; togliete la pentola dal fuoco quando fate questa operazione. Versate in una ciotola e fate raffreddare completamente.

-Montate la restante panna; per capire se è ben montata, rovesciate la ciotola sopra la vostra testa, se non cade e scivola nulla sarà ben montata.

-Alla panna montata, aggiungete un pò alla volta, mescolando dall’alto verso il basso, il composto al cioccolato bianco.

-Versate il composto di panna e cioccolato bianco sopra i brownies e livellate bene la superficie con una spatola; per far si che non si attacchi nulla alla spatola bagnatela sotto l’acqua.

Come conservare e servire il dolce:

-Conservate il dolce in freezer per una notte e il giorno seguente, alla mattina, mettetelo in frigo.

-Tiratelo fuori almeno 3 ore prima di servire; il dolce deve essere morbido quando lo tagliate: solo così lo gusterete al meglio.

-Prima di servire cospargete con i due cucchiai di cacao e se volete decorate con panna montata.

Buona cucina a tutti!

Julia C.

Pasticceria

Cioccoterapia di Natale

Un dolce favoloso senza farina? Possibile!!!!

Appena mangerete una fetta di questo sontuoso rotolo al cioccolato con ganache al cioccolato al latte e pasta di nocciole del Piemonte IGP non potrete più farne a meno; inoltre vi sentirete totalmente appagati dal gusto pieno e avvolgente del cioccolato e delle nocciole. Attenzione perchè può creare dipendenza! ;-P

E’ un dolce ideale per Natale da servire con panna montata ed inoltre la base del dolce potete farcirla come più vi piace: con crema pasticciera semplice, al cioccolato, con ganache di qualsiasi tipo, con crema chantilly (quella vera di  panna e zucchero a velo).

L’esecuzione del dolce è molto semplice; il difficile sta nell’arrotolarlo e non preoccupatevi se si rompe, anzi sarà ancora più godurioso perchè si vedrà il ripieno goloso.

I vostri ospiti non potranno fare a meno di chiedervi un’altra fetta nonostante la sazietà dovuta al lauto pranzo di Natale; si sa che per il dolce c’è sempre spazio!

Preparate tutto il giorno prima e lasciate raffreddare una notte; il giorno successivo tirate fuori dal frigo il rotolo almeno 2-3 ore prima di servire: in questo raggiungerà una temperatura ideale per essere mangiato e per poter sentire tutto il suo gusto.

Scommetto che vedendo le foto lo mangerete con gli occhi… perchè diciamolo…una pietanza deve essere buona, ma  deve essere anche e soprattutto bella.

Mantine una incredibile eleganza e raffinatezza, ma allo stesso tempo ha un aspetto rustico e di…”casa”.

Quante lodi per un solo dolce, ma questo se le merita proprio!!!!

rotolo1 copia

rotolo2 copia

rotolo3

INGREDIENTI (8 PERSONE)

Per il rotolo:

5 uova

175 gr d cioccolato fondente al 70%

150 gr di zucchero

2 cucchiai di zucchero a velo

2 cucchiai di cacao amaro

Per la ganache:

200 mL di panna

2 cucchiai di pasta di nocciole

80 gr di cioccolato al latte

PROCEDIMENTO

Per il rotolo:

-Preriscaldate il forno a 180°C.

-Fondete a bagnomaria il cioccolato. Fate raffreddare un pò.

-Dividete i tuorli dagli albumi dopo aver lavato e asciugato bene le uova; mescolate i tuorli con lo zucchero fino a formare un composto chiaro e spumoso. Usate una planetaria, un robot o il classico frullino.

-Mentre mescolate aggiungete a filo il cioccolato fuso. Mettete da parte questo composto.

-Montate a neve non troppo ferma gli albumi e senza smontarli, con movimenti dall’alto verso il basso, aggiungeteli a mano in tre volte al composto di cioccolato (può risultare molto denso, ma non scoraggiatevi e con calma mescolate bene gli albumi; avrete poi un braccio di ferro).

-Stendete il composto così ottenuto su una teglia da biscotti ricoperta di carta da forno.

-Cuocete per 13-15 minuti non di più.

Per la ganache:

-Scaldate sul fuoco la panna senza portare ad ebollizione; aggiungete il cioccolato al latte in pezzi e fate sciogliere bene; aggiungete la pasta di nocciole e amalgamatela molto bene.

-Fate raffreddare; mettete in frigo per mezz’ora e poi montate bene il composto.

Come montare il dolce:

-Seguite alla lettera queste istruzioni per la buona riuscita dell’arrotolamento!

-Sfornate il dolce ponendo un secondo foglio di carta da forno sul dolce caldo e lasciate raffreddare.

-Quando si sarà raffreddato, togliete il foglio di carta da forno superiore e riutilizzatelo dalla parte su cui non era appoggiato il dolce; spolveratela di cacao e zucchero a velo.

-Girate il dolce sulla parte di zucchero e cacao; se volete fatevi aiutare.

-Ora avete il dolce coperto con il foglio sul quale è stato cotto e levatelo delicatamente; se volete pareggiate raddrizzate i bordi.

-Farcite con la ganache partendo a due cm dal bordo.

-Con l’aiuto della carta cominciate ad arrotolare: il primo giro deve essere molto stretto affinchè il dolce si arrotoli bene su se stesso; se si rompe qua e là non vi preoccupate.

-Tenete la carta stretta sul dolce e ricoprite con un foglio di alluminio  in modo da mantenere bene la forma.

-Mettete in frigorifero una notte a raffreddare.

-Al momento di servire togliete la carta.

Buona cucina a tutti!

Julia C.

Pasticceria

Victoria sponge con panna e fragole

Da tante settimane mi frullava in testa la ricetta della Victoria sponge, ma non trovavo mai un’occasione adatta per prepararla; oggi essendo il compleanno del mio futuro marito l’ho finalmente preparata ed è venuta bellissima; da mangiare con gli occhi.

E’ una torta di origine inglese simile al pan di spagna che ci chiama così in onore della regina Vittoria, che era solita mangiarne una fetta all’ora del thè. E’ un dolce perfetto come base per torte più elaborate come ad esempio quella che vi propongo io oppure si potrebbe preparare una ganache al cioccolato con cui farcire l’interno e poi ricoprire con glassa al cioccolato, oppure ancora con semplice crema pasticcera e poi una copertura di panna montata oppure una farcia costituita da crema al burro al cioccolato con copertura di panna montata e riccioli di cioccolato; insomma, vi potete sbizzarrire come volete: largo alla fantasia! 😀

Finalmente ecco qui la foto della torta! :-))))

Con questa ricetta partecipo al contest di Cucina libri e gatti: Fragole a colazione

E al contest di L’amore in cucina: La fragola vien mangiando

INGREDIENTI PER LA VICTORIA SPONGE.

225 gr di farina

225 gr di burro

225 di zucchero

4 uova intere

1 bacca di vaniglia

2 cucchiaini di lievito per dolci

PROCEDIMENTO.

-Montate a crema il burro con lo zucchero; dovete ottene un composto chiaro e morbido.

-Aggiungete un uovo alla volta e mescolate ogni volta che aggiungete un uovo in modo che si amalgami bene.

-Aggiungete la farina setacciata con il lievito un pò alla volta e mescolate con una spatola.

-Posizionate l’impasto in uno stampo di 21 cm di diametro e cuocete in forno già caldo a 180° per 20-25 minuti.

INGREDIENTI PER LA CREMA PASTICCERA.

500 ml di latte intero o parzialmente scremato

4 tuorli ( circa 100 gr)

150 gr di zucchero

bacca di vaniglia o scorza di limone

50 gr di maizena o amido di mais

PROCEDIMENTO.

-Mettete a scaldare il latte con metà dello zucchero e l’aroma che preferite ( limone o vaniglia).

-Sbattete le uova con lo zucchero restante, ma senza montare.

-Aggiungete al composto, un pò alla volta, sempre mescolando, la maizena.

-Quando il latte sarà caldo versatene metà sul composto di uova e mescolate; trasferite poi nella pentola col latte avanzato e cuocete a fuoco basso fino ad addensamento della crema.

-Importante: mescolate spesso la crema sul fuoco e se avete timore di aver fatto dei grumi, quando la crema sarà cotta passatela al setaccio.

COME MONTARE IL DOLCE.

-Aspettate che la torta sia completamente fredda e poi tagliate in due dischi di uguale altezza.

-Fate una bagna con acqua e limone e prendendola con le mani mettetela nella parte interna dei due dischi; questo impedirà che la torta sia troppo secca.

-Mettete la crema pasticcera su uno dei due dischi ( quello che poggerà sul piatto) formando uno strato di un cm almeno; posizionate in modo concentrico le fragole tagliate a metà.

-Infine montate bene la panna e con una spatola coprite il bordo della torta; la parte superiore potete decorarla con una sac a poche avendo cura di lasciare un disco centrale dove posizionerete altre fragole. Coprite prima questo disco centrale con la panna e poi mettete le fragole in disposizione concentrica.

Godetevi questa torta magnifica! Farete un figurone e tutti vi chiederanno: ma dove l’hai comprata? E’ di pasticceria? ;-D

Buona cucina a tutti!

Julia C.