Ricette vegetariane · Secondi piatti

La galette e il ricordo di una creperie nella magnifica Sydney…

Questa storia e ricetta inizia grazie ad un regalo che mi è stato fatto da una coppia di amici che quando vanno n viaggio pensano sempre a noi e ci portano una tipicità dei luoghi che visitano; stavolta sono stati in Bretagna, terra antica e uno dei posti più suggestivi d’Europa. Sono entrati in un negozietto di prodotti tipici e mi hanno portato la farina di grano saraceno  con cui in Bretagna preparano la galette, una sorta di crepe riempita con una farcitura salata: la più tradizionale è con uova, formaggio e prosciutto cotto.

Mi direte..e che c’entra Sydney? Ebbene per la prima volta ho assaggiato una galette in una creperie francese nel centro di Syndey, in un quartiere chiamato The Rocks, molto vicino all’incredibile bellezza della Opera House (non riuscivamo ad andare via…ci è rimasta nel cuore…) e ricco di caffetterie e ristorantini.

La creperie si chiama Creperie Suzette ed era molto vicina al nostro albergo; appena entrati ci si sente proiettati in una atmosfera country chic dal sapore francese..si può scegliere tra diversi gusti salati di galette, ma anche tra diverse crepes dolci; noi ci siamo stati per colazione e vi assicuro che abbiamo iniziato la giornata nel migliore dei modi 😀  Io ho scelto una crepe semplice al miele e limone e mio marito una galette classica con ripieno di formaggio, prosciutto e uova (ovviamente da buona food blogger non potevo esimermi dall’assaggiarla). Abbiamo accompagnato con un cappuccino caldo, con una schiuma di latte cremosa e un sapore pieno di caffè. Gli Australiani fanno un cappuccino da urlo!!

La galette viene normalmente cotta nella pentola per le crepe e diventa croccante ma morbida allo stesso tempo e il ripieno è cremoso e avvolgente. Viene servita a forma rettangolare e con il ripieno visibile.

Io vi propongo una versione rivisitata utile per chi non possiede la pentola da crepe. La galette di per sè è una ricetta vegana perchè prevede solo acqua e farina.

01-creperie-suzette-the-rocks-sydney1

13892099_10211473432054684_9001842716943269483_n

INGREDIENTI (PER 2 PERSONE)

300 gr di farina di grano saraceno

600 ml di acqua

sale qb

uno spicchio di aglio

olio EVO

bietina fresca

due patate medie

8 fette di scamorza affumicata

qualche semino di peperoncino

pepe qb

img_20161024_222416

PROCEDIMENTO

-Mescolate la farina e l’acqua in modo da creare una pastella densa. Regolate di sale. Lasciate riposare per 2 ore. Se non avete tempo va bene anche mezz’ora.

-Nel frattempo lessate le patate e una volta pronte tagliate a rondelle spesse mezzo centimetro.

-Saltate in padella la bietina ben lavata; fate primo un soffritto di olio, aglio e un pizzico di peperoncino.

-Versate metà pastella in una padella coperta con carta da forno e cuocete a fuoco basso finché vedete che diventa solida. A questo punto adagiate le patate e la scamorza. Cuocete finché diventa morbida la scamorza. Il sale sulle patate non serve essendoci sopra il formaggio, già di per seé salato.

-Completate il piatto con la bietina, un filo d’olio e un pó di pepe grattugiato.

-Servite caldo.

Mangiate e sognate di essere nel centro di Parigi in una creperie….magari con la torre Eiffel a farvi di sfondo!

Buona cucina a tutti!

Julia C.

 

Annunci
Antipasti · Ricette vegetariane

Parmigiana leggera di melanzane in cocotte

Chi ha inventato la parmigiana doveva essere un vero buongustaio. E’ uno dei miei piatti preferiti (la versione senza prosciutto) e d’estate, nonostante il caldo la faccio spesso sia esse di melanzane, di zucchine o di qualsiasi altra verdura che si presta a questa ricetta.

Quella che vi presento è di melanzane e ha al suo interno la passata di pomodoro fatta da mia mamma con i pomodori abruzzesi; è assolutamente vero che il gusto cambia rispetto alle passate tradizionali che si comprano, anzi..direi che il confronto non sussiste: la passata di casa vince su tutte!

Anche se la parmigiana originale prevede di friggere le melanzane, io la faccio principalmente con quelle grigliate così posso mangiarla più spesso ed è più leggera, più digeribile.

Vi propongo una versione in cocotte veloce da preparare, già monoporzione e da servire come antipasto o come secondo piatto magari accompagnata ad altro. Non sono carinissime le cocotte? Rendono la presentazione di un piatto elegante e originale senza dover pensare a chissà quale decorazione del piatto.

Può essere una ricetta di recupero; io per esempio avevo le melanzane grigliate dalla sera prima e con 4 ingredienti e pochissima fatica ho “salvato” la cena!

parmigiana2

INGREDIENTI (2 PERSONE)

8 fette di melanzane già grigliate

un vasetto di salsa di pomodoro al naturale

200 gr di scamorza affumicata

parmigiano grattugiato a piacere

origano qb

sale e olio EVO qb

PROCEDIMENTO

-Preriscaldate il forno a 190°C.

-Se la salsa di pomodoro è troppo liquida fatela asciugare un pò in un oentolino e fuoco basso.

-Prendete due cocotte e procedete a strati così: salsa di pomodoro, sale, pepe qb, melanzana, origano qb, scamorza a fettine e filo d’olio; per l’ultimo strato più esterno dovrete avere melanzana, scamorza, salsa di pomodoro e parmigiano. Finite con un filo d’olio e cuocete in forno fino a doratura completa del parmigiano. Circa 20-25 minuti.

-Quando tirate fuori dal forno le cocotte, aspettate 10 minuti così la parmigiana si assesta. Aspettatevi comunque di trovare del liquido quando iniziate a mangiarla dato dalla fusione della scamorza e dalla salsa.

parmigiana1

Buona cucina a tutti!

Julia C.

Antipasti · Ricette vegetariane · Secondi piatti

Lasagna leggera di zucca e radicchio tardivo trevigiano

Un altro piatto semplice da preparare, leggero (non c’è besciamella e lasagne all’uovo..il titolo inganna), sano ed appetitoso; ideale come secondo o come antipasto in porzioni più piccole. Potrebbe essere adatto anche per un antipasto alternativo ed elegante il giorno di Natale.

Vi consiglio di prendere la zucca già tagliata in modo da evitare di farvi male e soprattutto perchè è più veloce da preparare e gestire in cucina.

I formaggi potete sceglierli a piacere, ma fondamentale un formaggio cremoso come la ricotta. Va benissimo anche la robiola, ricotta di bufala ecc..Non ci sono quantità precise in grammi perchè ho inventato questo piatto in una serata in cui volevo preparare qualcosa di buono e sfizioso, ma soprattutto leggero (non ho pesato quasi nulla, a parte poche cose).

Era davvero buonissimo ed è stato spazzolato tutto nel giro di pochissimo: gli abbinamenti sono semplici ma vincenti. Non c’è soddisfazione più grande che vedere qualcuno che assaggia e mangia i miei piatti e assume quell’espressione felice di chi sta gustando qualcosa che davvero gli piace. Per me il cibo è terapia..i dolci non ne parliamo…a breve posterò una ricetta che potrebbe far sorridere chiunque da quanto è buona ed appagante!

zucca3

zucca1

zucca2

INGREDIENTI (PER 2 PERSONE)

zucca già tagliata

due-tre teste di radicchio trevigiano (a seconda di quanto sono grandi)

300 gr di ricotta di mucca

50 gr di ricotta affumicata

50 gr di parmigiano reggiano

100  gr di scamorza affumicata grattugiata

olio EVO, sale qb

PROCEDIMENTO

-Accendete il forno a 190°C.

-Tagliate la zucca molto sottile e mettetela da parte.

-Grattugiate la ricotta affumicata, il parmigiano e mescolateli insieme. Mettete tutto da parte in una fondina.

-Grattugiate la scamorza affumicata e mettetela da parte in una fondina.

-Tagliate il radicchio in 4 pezzi e lavatelo bene sotto acqua corrente. Asciugatelo con uno strofinaccio e tagliatelo in piccoli pezzi. Mettetelo da parte.

-Preparate la ricotta: setacciatela e mescolatela insieme a 4 cucchiai di olio EVO, alla ricotta affumicata e al parmigiano.

-Componete come segue la lasagna:

  • prendete una pirofila a piacere (io l’ho presa rotonda ma è d’effetto anche quadrata);
  • mettete uno strato di zucca, radicchio, sale qb, un filo d’olio e ricotta (io l’ho messa col sac a poche); mettete un solo strato di ricotta e completate con radicchio, zucca e scamorza affumicata grattugiata; finite con un filo d’olio EVO;
  • cuocete per 20- 30 minuti.

Buona cucina a tutti!

Julia C.

Pizza, pane e co.

Focaccia pugliese affumicata e il mio ritorno sul blog!

Ciao a tutti!! Quanto tempo. Il mio spazio mi è mancato, il condividere le mie ricette, pensare che qualcuno le riproduce, le reinventa e chi è alle prime armi impara piccoli segreti di cucina mi è mancato ancor di più.

In questi mesi di assenza sono successe davvero un sacco di cose che hanno cambiato la mia vita: da giovane studentessa a giovane donna! Eh si..mi sono laureata, mi sono sposata e sto finalmente prendendo la patente (il mio tallone d’achille ahimè). Il 2013 è un anno davvero importante per me..penso che a Capodanno dovrò festeggiare per una settimana! 😀

Riprendo con calma questa avventura del blog inserendo una ricetta davvero strepitosa che potete servire in una cena a buffet con gli amici o semplicemente una sera con i vostri cari: figurone assicurato e tutti ve ne chiederanno ancora!

Sto parlando della focaccia pugliese di cui ho scoperto il sapore favoloso proprio grazie a questa ricetta; sono stata in Puglia, ma non ho assaggiato la focaccia! La sua particolarità è di avere la patata nell’impasto che dona morbidezza e una buona umidità.

Con le dosi che vi do io riuscirete a preparare due focaccie e ci mangiano 4 persone (in pratica mezza focaccia ciascuno!).

focaccia1

focaccia2

focaccia3

 

Con questa ricetta partecipo al contest di La cucina delle streghe: Comfort food- i cibi che ti coccolano

contestLacucinadellestreghe

INGREDIENTI

Per l’impasto della focaccia:

500 gr di farina Petra 3

7 gr di lievito secco naturale attivo (io ne uso uno biologico)

7 gr di sale

15 gr di olio extra vergine di oliva

100 gr di patate lessate

Per il condimento:

150 gr di pomodorini datterino

1 cipolla rossa di tropea piccola

200 gr di scamorza affumicata

olio EVO, sale e origano qb

PROCEDIMENTO

-Lavate e tagliate a metà i pomodorini; conditeli con olio EVO, sale e origano a piacere.

-Pelate e lavate la cipolla; tagliatela a rondelle e mettetela da parte in una terrina.

-Unite cipolla e pomodorini; aggiungete un altro filo di olio EVO, sale e mescolate bene. Lasciate insaporire fino all’utilizzo.

-Tagliate a fette rotonde la scamorza e mettetela da parte fino all’utilizzo.

-Lessate la patata con la buccia per 40-45 minuti a partire dall’ebollizione; quando sarà cotta pelatela subito e schiacciatela con uno schiacciapatate riponendola in una terrina o in un piatto.

-Sciogliete bene il lievito in mezzo bicchiere di acqua tiepida aggiungendo un cucchiaino di zucchero (fondamentale per dare nutrimento al lievito). Lasciate riposare per 10 minuti.

-Nel frattempo mettete la farina a fontana nella planetaria (usate il gancio per impastare) o sul piano di lavoro se impastate a mano, la patata al centro, l’olio, il sale e il lievito. Azionate la planetaria e se vedete che l’impasto richiede acqua aggiungetela molto lentamente fino a che esso risulta liscio ed omogeno. A questo punto rovesciate l’impasto sul piano di lavoro e lavoratelo per 10 minuti.

-Formate una palla con l’impasto e mettetelo in una terrina che coprirete con carta velina. Fate lievitare per almeno 5-6 ore.

-Preriscaldate il forno tra i 200 e i 250 °C.

-Quando l’impasto sarà lievitato tiratelo fuori dalla terrina e appoggiatelo sul piano di lavor. Dividetelo in due e iniziate a stendere la pasta. Se l’impasto appiccica ungetevi le mani di olio e lavoratelo.

-Condite le focaccie con un generoso filo d’olio EVO, i pomodorini con la cipolla e infine le fette di scamorza affumicata.

-Mettete in forno preriscaldato a cuocere sulla parte bassa per 25-30 minuti o comunque a seconda del vostro forno.

Buona cucina a tutti!

Julia C.

Antipasti · Ricette vegetariane · Secondi piatti

Fiori di zucca in crosta di patate

Finalmente anche i fiori di zucca sono tornati nella mia cucina; sono una delle cose che preferisco e cerco di inventarmi sempre nuove ricette con cui utilizzarli.

Questa ricetta è speciale e inventata in 5 minuti ieri mattina quando ho visto che il fidanzato mi aveva comprato patate e scamorza affumicata. Ho utilizzato tre semplici ingredienti ed il risultato è stato da favola! Si presta bene come antipasto in piccole porzioni, ma anche come secondo piatto.

Peccato che sia finito tutto subito…

foto1 foto2 foto3

INGREDIENTI (PER 4 PERSONE)

2 patate rosse medie

20 fiori di zucca

mezza scamorza affumicata (prendete quella intera a forma di maialino)

rametti di timo fresco

sale e olio qb

PROCEDIMENTO

-Pelate le patate, lavatele e tagliatele a chips. Mettetele da parte immerse in acqua fredda.

-Togliete l’estremità dei fiori di zucca e la parte interna centrale. Lavateli bene e asciugateli delicatamente con un panno da cucina.

-Accendete il forno  impostato a 190° ventilato.

-Tagliate a fette sottili la scamorza e mettetela da parte.

-Togliete le patate dall’acqua e asciugatele; prendete una pirofila rotonda e procedete come segue: uno strato di patate, sale e olio a piacere, uno strato di scamorza, fiori di zucca, sale e olio a piacere, scamorza, patate, sale e olio evo e infine i rametti di timo fresco.

-Mettete in forno caldo per almeno 25 minuti o fino a quando le patte saranno belle dorate e croccanti.

Buona cucina a tutti!

Julia C.