Ricette vegetariane · Secondi piatti

Tortino di cavolo nero, patate, zucca violina, porro e formaggio Alta Badia

Qualche mese fa ho comprato una nota rivista di cucina e mi sono segnata di provare una ricetta che mi aveva molto colpito, soprattutto nella presentazione inizialmente, dato che era in copertina: si trattava di un tortino di bietole, broccoli e patate. Io ho anche comprato le bietole…ma ieri sera la mia fantasia ha avuto la meglio e della ricetta è rimasta fedele l’idea e le patate 😀  E’ venuto un tortino delizioso: il cavolo nero morbido e croccante allo stesso tempo ha racchiuso un ripieno delicato, ma gustoso e saporito allo stesso tempo..il porro si scioglieva e ha dato quello sprint in più al piatto; fondamentale anche la scelta del formaggio, che non deve essere troppo delicato altrimenti si perde tra gli altri sapori. Ho scelto un formaggio di montagna con un sentore di  malga e di fieno: Alta Badia senza lattosio; un formaggio a pasta molle che si scioglie molto bene, ideale anche da pasticcio. Se non lo trovate potete sostituirlo con una fontina.

La ricetta è tutto sommato semplice nell’esecuzione e potete servire il tortino come secondo piatto vegetariano. Lo potete preparare anche la sera prima e riscaldare il giorno successivo. Potrebbe anche essere una buona idea di pranzo in ufficio!

Se lo proponete ad una cena accontentate tutti: i celiachi dato che non vi è traccia di farina o gli intolleranti al glutine e anche chi è intollerante al latte. Qui vorrei spendere due parole…sono dell’idea che le ricetta con i “senza questo”, “senza quello” non siano da ritenere cattive, insapori o addirittura tristi o dietetiche; non sono le ricette della privazione! Questo tortino, se avessi un ristorante o una gastronomia, lo proporrei nel mio menu.

INGREDIENTI (2 porzioni o 4 porzioni piccole)

20 foglie di cavolo nero

2 patate rosse piccole

300 gr di zucca violina già sbucciata e lavata

mezzo porro grande

200 gr di formaggio Alta Badia

Olio evo

Sale e pepe qb

PROCEDIMENTO

-Lavate le foglie di cavolo nero e eliminate la parte del gambo dura e coriacea; sbollentate le foglie in acqua bollente leggermente salata per 5 minuti; trasferitele subito in acqua fredda in modo da bloccare colore e cottura; togliete la parte finale, tagliatela a pezzettini e mettete da parte.

-Prendete la vostra pirofila e ricopritela con le foglie posizionandole in modo che escano dal bordo.

-Pelate le patate, lavatele e tagliate a rondelle sottili nel senso della lunghezza; mettetele in acqua fredda in modo che non anneriscano.

-Taglate a fette sottili anche la zucca e poi ancora a metà.

-Tagliate a dadini il formaggio.

-Tagliate il porro a metà nel senso della lunghezza, lavatelo bene e poi tagliatelo sottilmente a fettine; cuocetelo in padella con un filo di olio per 10 minuti; non deve stracuocere, ma rimanere croccante perchè finirà la cottura in forno. Regolate di sale e pepe.

-Componete il tortino come segue:

sopra il cavolo nero posizionate le patate, filo d’olio evo, sale, zucca, porro, un pò del cavolo nero tagliato,  formaggio e di nuovo patate e così via fino a finire gli ingredienti e avere l’ultimo strato di patate; completate con sale e un filo d’olio. Posizionate il cavolo nero in modo da formare una sorta di scrigno ( come in foto) per il vostro ripieno e cuocete in forno a 180 gradi per 40-45 minuti

Buona cucina a tutti!

Julia C.

 

 

Primi piatti · Ricette vegetariane

Gnocchi di zucca e castagne

Gli gnocchi di zucca sono per me un confort food; a casa mia sono uno dei piatti fissi dell’autunno e dell’inverno. Li mangio in molte versioni e stavolta ho voluto provare ad aggiungere della farina di castagne. Devo dire che il risultato é stato super. Li ho accompagnati solo con burro fuso per sentire bene il gusto ed eventualmente aggiustare la ricetta. Così come ve la propongo non ha dosi specificate, ma è comunque di semplice realizzazione. Il “fare a occhio” rende tutto più divertente.

Voi li potete servire con ricotta affumicata, con un trito di nocciole tostate o con dei funghi porcini freschi saltati in padella.

La ricetta non prevede le uova perchè io preferisco preparare questi gnocchi senza uova e vi assicuro che sono favolosi lo stesso; non si sente la mancanza dell’uovo; anzi, vi convinceranno a non usarlo più.

E’ una piatto di semplice realizzazione, ideale per un pranzo in famiglia, anche a Natale o a Capodanno accompagnato da un buon vino rosso che stia bene con la dolcezza della zucca e il gusto grintoso delle castagne.
image

INGREDIENTI

Mezza zucca piccola
Semola rimacinata di kamut
Due cucchiai di farina di castagne
Burro
Olio evo
Sale grosso

PROCEDIMENTO
-Svuotate la zucca dai semi e lavatela bene; tagliatela a metà e mettetela in forno a 200°C per 30 minuti o comunque fino a che diventa morbida.
-Togliete la polpa dalla buccia e schiacciatela con una forchetta; aggiungete i due cucchiai di farina di castagne e mescolate bene. Aggiungete la semola un pó alla volta fino a che avrete un impasto tale da poter formare degli gnocchi. Deve comunque essere morbido.
-Cuocete gli gnocchi in acqua salata in ebollizione e se vedete che il primo si sfalda aggiungete un cucchiaio di semola all’impasto. Tirate gli gnocchi fuori dall’acqua con una schiumarola.
-Condite gli gnocchi con burro fuso e un filo d’olio o come più vi piace. Servite caldissimi.

Buona cucina a tutti!

Julia C.

Ricette vegetariane · Secondi piatti

Il tomino incontra la bietina e la dolce croccantezza della zucca grigliata

Forse lo avrò ripetuto 100 volte nel mio blog…ma lo sapevate che adoro la zucca? Per me é come un dolce! Soprattutto al forno. Ultimamente l’ho scoperta grigliata a fette molto sottili con la buccia. Rimane tutto il sapore e prende molta croccantezza; tagliata così é ottima anche in forno.

Vi propongo un secondo piatto semplice ma gustoso adatto anche ad una cena. Con questa presentazione farete un figurone! 😆

La zucca e la bietina bilanciano bene il gusto deciso del tomino, ma se non vi piace come formaggio potete utilizzarne un’altro a pasta molle come un dobbiaco, un asiago di malga.

20161017_153407

INGREDIENTI  (PER 2 PERSONE)

2 tomini

8 fette sottili di zucca con la buccia

Olio evo, sale e pepe qb

Peperoncino qb

Uno spicchio d’aglio

Bietina

PROCEDIMENTO

-Tagliate la zucca a fette sottili con la buccia, lavatele bene e grigliatele fino a che saranno belle dorate. Condite con un filo’olio e sale a fine cottura.

-Lavate bene la bietina e tagliate i gambi più lunghi e grossi. Fate soffriggere uno spicchio d’aglio e del peperoncino in una padella con tre cucchiai di olio evo. Cuocete la bietina a fuoco medio alto per 5 minuti.

-Grigliate il tomino con molta cura; dovrà essere morbido e caldo al tatto. Anche se si rompe non importa, darà un effetto cremoso al piatto.

-Componete mettendo la zucca sul fondo del piatto, il tomino e la bietina; ultimate con un filo d’olio e servite.

Un buon bicchiere di vino rosso e avrete una cena super.

20161017_153344

Buona cucina a tutti!

Julia C.

 

Ricette vegetariane · Secondi piatti

Ricetta vegan: rotolo vegan con farina di ceci e verdure di stagione spadellate

Le parole chiave in cucina sono: inventare, sperimentare, provare! E io che sono una biologa ricercatrice, posso non fare tutte queste cose? No e devo dire che ultimamente sperimento parecchio, soprattutto con le verdure (le mie amate!!).

Sperimentare è anche l’unico modo per imparare perchè si capisce cosa piace, gli abbinamenti vincenti o quelli tremendi; può capitare di gettare direttamente nel cestino quello che si prepara (è capitato anche a me..), ma fa parte del gioco. Si..questa parola mi piace molto..gioco..la cucina è un gioco per me e non avere qualcosa di buono da preparare o da mangiare mi mette tristezza, mi rende perfino smonata. Non c’è niente  di meglio, alla fine di una giornata di lavoro, che una bella cena colorata, gustosa e ricca, magari con un calice di buon vino per rendere il tutto ancora più slow… L’amore per il cibo fa stare bene o almeno è quello che capita  a me ed è una terapia ad una giornata storta!

La ricetta che vi propongo è vegan e non finirò mai di ribadire che mangiare vegan non vuol dire mangiare triste, anzi..tutt’altro; molto spesso è più colorato e saporito un piatto di verdure che uno di carne con una insalatina stupida; ovviamente mi riferisco alla nostra cucina di tutti i giorni perchè questa è la nostra quotidianità; non si può certo andare al ristorante tutti i giorni. Fortunatamente abbiamo una cultura del cibo radicata come nessun’altro nel mondo: non siamo mica fan del take away come gli americani noi eh!!! 😀

La base è un rotolo di ceci ideale per qualsiasi altra preparazione; mettete le verdure che più vi piacciono e se volete azzardate anche un formaggio che si scioglie come un asiago o una caciotta (in questo modo sarà una ricetta vegetariana adatta anche ai più scettici).

DSC_8406

INGREDIENTI (PER 2 PERSONE)

120 gr di farina di ceci

due cucchiai colmi di farina di mais per polenta

4-5 cucchiai di farina di farro integrale

acqua quanto basta

3 cucchiai di olio evo

sale e pepe quanto basta

mezzo cucchiaino da thè di bicarbonato

verdure tagliate della stessa grandezza spadellate (anche dal giorno prima così recuperate gli avanzi)

due cucchiai di olive taggiasche

maionese vegan di riso

PROCEDIMENTO

-Mescolate insieme la farina di ceci, quella di mai, di farro, il bicarbonato, il sale e una spolverata di pepe. Aggiungete l’olio e l’acqua fino a raggiungere un impasto che riuscirete a maneggiare; se risulta troppo umido aggiungete farina di farro a cucchiai; l’impasto dovrà comunque essere morbido e per maneggiarlo “oliatevi” le mani;

-Mettete l’impasto sul piano di lavoro coperto da una terrina per mezz’ora.

-Nel frattempo cuocete le verdure scelte (io avevo, zucca, finocchio, broccolo, cicoria) insieme alle olive; regolate di sale e pepe. Lasciatele croccanti; finiranno la cottura in forno.

-Stendete l’impasto in un rettangolo sottile su un foglio di carta forno oliato con un cucchiaio di olio; se l’impasto appiccica “oliatevi” le mani.

-Mettete le verdure e arrotolate con l’aiuto della carta forno, appena avete fatto un giro aggiungete altre verdure e finite di arrotolare.

-Cuocete in forno già caldo a 190°C; il rotolo sarà cotto quando risulterà  asciutto al tatto.

-Accompagnate le vostre fette del rotolo con maionese di riso vegan e un buon calice di vino, magari un prosecco biologico

DSC_8402

Buona cucina a tutti!

Julia C.

Antipasti · Ricette vegetariane

Ricetta vegan: cremoso di zucca con crumble di pistacchi tostati

Siamo a -2 giorni da San Valentino, la festa degli innamorati. Io personalmente, la festeggio e mi piace come ricorrenza; soprattutto per l’idea e il significato che questa giornata ha in sè. Di certo l’amore tra due persone deve essere ricordato, ravvivato e manifestato ogni giorno. Molto spesso succede che due persone si dimentichino l’uno dell’altra dando scontato l’amore reciproco e manifestando quello che chiamo “amore passivo” ovvero vuoto e privo di emozioni.

Io sono fortunata, lo ammetto, ma sempre più spesso vedo coppie sgretolarsi e persone che quando sono insieme sono spente, quasi senz’anima. Vivere l’amore vero, pieno, appagante è un’esperienza unica..rende vivi!

Adesso basta sentimentalismi!! 😀 Vi propongo una ricetta semplicissima, gustosa, originale e vegan.

Potete servirla proprio il giorno di San Valentino se volete preparare una cenetta romantica; può essere preparata come antipasto leggero o come entreè all’intera cena.

In versione più abbondante servita su un piatto fondo elegante può essere un gustoso primo piatto.

image
INGREDIENTI (PER 2 PERSONE)

8 fette spesse di zucca con la buccia privata dei semi

20 gr di pistacchi

olio EVO qb

sale e pepe bianco qb

PROCEDIMENTO

-Cuocete al vapore le fette di zucca.

-Tostate i pistacchi e tritateli grossolanamente. Metteteli da parte.

-Quando le fette saranno morbide privatele della buccia e frullatele insieme ad un pò d’acqua quanta basta per rendere il tutto cremoso, ma non liquido. Aggiustate di sale e pepe.

-Servite come segue: una cocotte calda (scaldatela qualche minuto nel forno o nel forno a microonde), il cremoso di zucca caldo, pepe bianco tritato e i pistacchi.

image

Buona cucina a tutti!

Julia C.

Pizza, pane e co. · Ricette vegetariane

Panino gourmet con zucca grigliata, cime di rapa e scoperino

Sull’onda del mood del gourmet condivido con voi un panino pensato per uno dei nostri pranzi al lavoro; perchè gourmet? Perchè è preparato con ingredienti selezionati e accuratamente cucinati rispettandone il sapore, la consistenza e l’abbinamento.

Un pranzo di lavoro deve essere pratico, semplice, appetitoso e saziante per poi riprendere l’attività lavorativa pomeridiana; non condivido chi per fare prima si porta una scatoletta di tonno, una busta di insalata o dell’affettato confezionato; non vi sembra triste e antisalutare? Io a gran voce sposorizzo questo panino e in generale i panini fatti come si deve che sicuramente risolvono in breve tempo il problema del pranzo al lavoro. Questo panino è un pò elaborato, ma è anche sufficiente avere una buona mozzarella, del pomodoro tagliato a fette condito con origano e olio, della rucola e magari del pane nero in cassetta più saporito per comporre un ottimo panino senza il minimo sforzo!

DSC_8248

INGREDIENTI (PER 2 PERSONE)

4 fette di pane che preferite (io ho utilizzato quello in cassetta preparato da me)

6 fette di zucca tagliate sottili senza buccia

6 foglie piccole di cime di rapa e 4 cimette piccole

8 fette sottili di scoperino (pecorino fresco se non lo trovate)

pepe rosa

peperoncino

olio EVO

origano

sale

PROCEDIMENTO

-Grigliate la zucca da entrambi i lati in una padella ben calda.

-Cuocete le foglie delle cime di rapa in un soffritto di olio, aglio e peperoncino a piacere.

-Quando al zucca è grigliata conditela da calda con olio, pepe rosa tritato e origano.

-Compnete come segue:

fetta di pane, zucca, cime di rapa, scoperino e per finire pepe rosa, origano, un filo d’olio e l’altra fetta di pane.

Consiglio: se lo mangiate a casa potete abbinarci una buona birra alla zucca.

DSC_8251

DSC_8252

Buona cucina a tutti!

Julia C.

Antipasti · Ricette vegetariane

Ricetta vegan: Caponatina di zucca

Novembre volge al termine, ma mi sembra ieri che ero in viaggio in America a vedere posti meravigliosi e a godermi mi marito. Mi sembra ieri che ho iniziato il mio dottorato con tanto entusiasmo, ma invece tra un mese sarà Natale. Il primo in cui potrò farmi un regalo col mio primo stipendio! Leggevo qualche giorno fa un blog in cui c’era un post a proposito del fatto di trovare il lavoro che piace e ammetto che è sempre più difficile…mi sono ritrovata a riflettere su questo e ho realizzato che sono una delle poche fortunate che ha trovato il lavoro che le piace e che la mattina si alza con la voglia di andare a lavorare!

Ho trovato questa ricetta in un numero di febbraio 2012 di nota rivista di cucina e ho voluto subito riprodurla perchè è un modo diverso ed originale di mangiare la zucca; un ortaggio che adoro in tutti i modi: dalla semplice crema con un pò di brodo vegetale ai più elaborati gnocchi o ravioli con amaretto. Ho apportato delle modifiche perchè alcuni ingredienti mi sembravano eccessivi in quantità e alcuni li ho omessi perchè non li gradisco (sedano e uvetta), ma se a voi piacciono metteteli perchè la ricetta li prevede.

Alcune ricette le seguo alla lettera, ma altre, sulla base della mia esperienza cerco di ottimizzarle: in questo caso prevedevano 700 ml di aceto di mele per 700 gr di zucca, ma ritengo che poi si senta troppo il gusto di aceto. Io ho messo due cucchiai per 300 gr di zucca!

caponata

caponata2

INGREDIENTI (per 2 persone)

300 gr di zucca tagliata

50 gr di pinoli

due cucchiai di aceto di mele

una cipolla rossa di tropea

30 gr di olive

30 gr di capperi sott’olio sgocciolati

1 cucchiaio di zucchero

olio EVO

sale e pepe qb

olio di semi di arachide per friggere

PROCEDIMENTO

-Tagliate a piccoli pezzi la zucca, preferibilmente di grandezza simile; sbucciate la cipolla di tropea, affettatela sottilmente a spicchi e tenetene da parte metà.

-Friggete la zucca e metà della cipolla nell’olio caldo; scolatele su carta assorbente in modo che perdano l’unto in eccesso.

-Fate soffriggere l’altra meta della cipolla con dell’olio EVO, unite la verdura, le olive, i capperi e i pinoli; regolate di sale e fate insaporire due minuti a fiamma media.

-Spolverizzate con lo zucchero, cuocete un minuto e aggiungete l’aceto, fate sfumare a fuoco vivo e aggiustate di sale e pepe. Abbassate la fiamma e cuocete per altri due minuti.

-Servite tiepida la caponata.

Un consiglio: il giorno dopo sarà ancora più buona quindi potete anche prepararla in anticipo.

Buona cucina a tutti.

Julia C.

Antipasti · Ricette vegetariane · Secondi piatti

Ricetta vegan: mini-hamburger vegani zucca, patate e ceci

Ultimamente nei menu di ristoranti di un certo calibro o nei bar d’Italia del Gambero Rosso noto una certa attenzione anche ai vegani, ovvero si trovano piatti completamente privi di derivati animali gustosi, invitanti e che quasi quasi tentano perfino i carnivori convinti! Uno fra questi piatti è l’hamburger vegano che ho voluto preparare in una versione mini, finger food da tuffare in salsine golose e mangiare in un sol boccone. In estate si possono preparare con melanzane, zucchine, carote, ma in autunno la protagonista è la zucca.

polpette2

La preparazione è veramente semplice, necessita di pochissimi ingredienti e la cottura avviene in forno. Ma se volete rendere questo piatto super friggeteli e per una volta  la linea può anche essere messa da parte. Potete servirli come semplici finger food in un antipasto oppure come secondo piatto accompagnando con verdura spadellate o una bella insalatona e la salsina ovviamente!

INGREDIENTI (15 MINI HAMBURGER)

150 gr di zucca tagliata

2 patate piccole

4 cucchiai di farina di ceci

erba cipollina e erbe provenzali a piacere

sale e olio EVO qb

PROCEDIMENTO

-Preriscaldate il forno a 190°C.

-Pelate, lavate e tagliate a tocchetti le patate; cuocetele a vapore insieme alla zucca fino a che saranno molto morbide da spaccarsi (circa 25-30 minuti).

-Formate una purea e aggiungete la farina di ceci, le erbe provenzali, l’erba cipollina tritata, sale qb e due cucchiai di olio. Se l’impasto è ancora troppo mollo aggiungete gradualmente la farina di ceci in modo da avere un composto lavorabile con le mani.

-Mescolate bene e preparate una teglia da forno con carta da forno dove andrete a mettere le polpette pronte per essere infornate.

-Bagnatevi bene le mani (passaggio fondamentale perchè il composto è appiccicoso e vi faciliterà nella preparazione delle palline) e dall’impasto formate delle palline che poi schiaccerete in modo da dare la classica forma ad hamburger.

-Irrorate ocn un filo dìolio e mettete in forno fino a doratura; quando saranno dorate su un lato giratele e fate dorare sull’altro lato. Sentirete che croccantezza!

-Servite con una salsina a vostro piacere.

polpette1

Buona cucina a tutti!

Julia C.

Antipasti · Ricette vegetariane · Secondi piatti

Lasagna leggera di zucca e radicchio tardivo trevigiano

Un altro piatto semplice da preparare, leggero (non c’è besciamella e lasagne all’uovo..il titolo inganna), sano ed appetitoso; ideale come secondo o come antipasto in porzioni più piccole. Potrebbe essere adatto anche per un antipasto alternativo ed elegante il giorno di Natale.

Vi consiglio di prendere la zucca già tagliata in modo da evitare di farvi male e soprattutto perchè è più veloce da preparare e gestire in cucina.

I formaggi potete sceglierli a piacere, ma fondamentale un formaggio cremoso come la ricotta. Va benissimo anche la robiola, ricotta di bufala ecc..Non ci sono quantità precise in grammi perchè ho inventato questo piatto in una serata in cui volevo preparare qualcosa di buono e sfizioso, ma soprattutto leggero (non ho pesato quasi nulla, a parte poche cose).

Era davvero buonissimo ed è stato spazzolato tutto nel giro di pochissimo: gli abbinamenti sono semplici ma vincenti. Non c’è soddisfazione più grande che vedere qualcuno che assaggia e mangia i miei piatti e assume quell’espressione felice di chi sta gustando qualcosa che davvero gli piace. Per me il cibo è terapia..i dolci non ne parliamo…a breve posterò una ricetta che potrebbe far sorridere chiunque da quanto è buona ed appagante!

zucca3

zucca1

zucca2

INGREDIENTI (PER 2 PERSONE)

zucca già tagliata

due-tre teste di radicchio trevigiano (a seconda di quanto sono grandi)

300 gr di ricotta di mucca

50 gr di ricotta affumicata

50 gr di parmigiano reggiano

100  gr di scamorza affumicata grattugiata

olio EVO, sale qb

PROCEDIMENTO

-Accendete il forno a 190°C.

-Tagliate la zucca molto sottile e mettetela da parte.

-Grattugiate la ricotta affumicata, il parmigiano e mescolateli insieme. Mettete tutto da parte in una fondina.

-Grattugiate la scamorza affumicata e mettetela da parte in una fondina.

-Tagliate il radicchio in 4 pezzi e lavatelo bene sotto acqua corrente. Asciugatelo con uno strofinaccio e tagliatelo in piccoli pezzi. Mettetelo da parte.

-Preparate la ricotta: setacciatela e mescolatela insieme a 4 cucchiai di olio EVO, alla ricotta affumicata e al parmigiano.

-Componete come segue la lasagna:

  • prendete una pirofila a piacere (io l’ho presa rotonda ma è d’effetto anche quadrata);
  • mettete uno strato di zucca, radicchio, sale qb, un filo d’olio e ricotta (io l’ho messa col sac a poche); mettete un solo strato di ricotta e completate con radicchio, zucca e scamorza affumicata grattugiata; finite con un filo d’olio EVO;
  • cuocete per 20- 30 minuti.

Buona cucina a tutti!

Julia C.

Contorni · Ricette vegetariane

Ricetta vegan: Teglia di verdure al forno

Con questa ricetta largo alla fantasia!!!! E’ semplicissima ed è un’ancora di salvezza per chi non ha dimestichezza con l’utilizzo delle verdure; inoltre le verdure diventano delle piccole bontà. Potete scegliere le verdure che più vi piacciono: radicchio, broccoli, cavolo, carciofi, patate, cipolla, finocchi. zucca.

Alcune di queste dovranno prima essere passate al vapore per 5-10 minuti: broccolo, cavolo, finocchio, carciofi. Dovrete semplicemente tagliare tutto in pezzi non troppo grossi, ad esempio il finocchio tagliatelo in 8 parti, gli alberelli di cavolo e broccolo se sono troppo grandi tagliateli a metà e il carciofo tagliatelo a piccoli spicchi avendo cura di togliere prima le foglie esterne più dure e le barbe interne (un altro accorgimento per il carciofo è di lasciarlo a pezzi in acqua e limone per 5 minuti prima di cucinarlo; non diventerà nero in cottura).

teglia3

teglia1

INGREDIENTI (una teglia da forno è sufficiente per 4 persone)

radicchio trevigiano

zucca

patate

cipolla rossa di tropea

olive taggiasche

rosmarino

olio EVO, sale e pepe

PROCEDIMENTO

-Preriscaldate il forno a 190°C.

-Lavate tutte le verdure e tagliatele tutte più o meno della stessa grandezza. I cespi di radicchio tagliateli in 4.

-Posizionatele su una teglia da forno rivestita con carta da forno.

-Condite le verdure con olio EVO, sale, pepe a piacere. Il rosmarino mettetelo sulle patate e se vi piace anche sulla zucca. Io alla zucca aggiungo anche qualche oliva taggiasca: è un’accoppiata super saporita!

Avvertenza: il radicchio sarà il primo a cuocere (circa 15-20 minuti) e di conseguenza dovrete toglierlo dal forno  prima delle altre verdure. Queste ultime se sono tagliate più o meno della stessa grandezza cuociono con lo stesso tempo (più o meno mezz’ora).

Aggiungete le verdure che più vi piacciono, fate vostra questa semplicissima ricetta e sbizzarritevi con la fantasia!

Buona cucina a tutti!

Julia C.